Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

Daoyin Qigong

 

 Istituto Italiano Zhang Guangde

 La Daoyin Italia – Istituto Italiano Zhang Guangde (意大利导引养生功-张广德学院) è un’associazione fondata nel 1997 da Fabio Smolari, su invito del prof. Zhang Guangde, allo scopo di divulgare in Italia il metodo di pratica Daoyin Yangshenggong quale strumento per la coltivazione della salute psicofisica e il miglioramento del benessere individuale e sociale.

Da oltre vent’anni è attiva nello studio, nell'insegnamento, nell’organizzazione seminari e nella formazione istruttori. Collabora con altre realtà nazionali ed estere alla ricerca, all'applicazione e alla sperimentazione del Daoyin nonché allo studio della cultura e della civiltà cinese, con particolare riferimento alle tecniche del corpo.

Corsi settimanali

Il venerdì dalle 19.00 alle 20.30

 

Lezioni individuali: 
la lezione individuale è rivolta a  una personalizzazione degli esercizi i quali vengono stabiliti in base   a specifici problemi o interessi dell'allievo.

Insegnante Guido Gelatti

 

COS'E' IL  DAOYIN  QIGONG?

 Il successo del Daoyin sta nell’aver coniugato brillantemente tradizione ed innovazione in un esercizio olistico dai comprovati effetti salutari. Sia in Cina che in Occidente sono state condotte sperimentazioni in collaborazione con cliniche ed ospedali che ne hanno testato scientificamente l’efficacia.

La tecnica

Il Daoyin è un sistema di pratica completo che prevede esercizi statici per il riequilibrio posturale, ma anche dinamici per il miglioramento delle facoltà motorie ed energetiche, grazie al controllo cosciente della respirazione e ad un lavoro integrato di concentrazione e meditazione.

Prevede anche esercizi specifici di allungamento e automassaggio, tecniche meditative, esercizi con attrezzi della tradizione marziale cinese (spada, sciabola, spada a fiocco lungo, ventaglio).

I vantaggi

Il Daoyin è semplice da imparare, non necessita alcuno strumento, non è legato al luogo né alla stagione, si pratica sia al chiuso che all’aperto, da soli o in gruppo. È adatto a maschi e femmine, giovani, adulti e anziani.

È un sistema vario che non annoia, con movimenti fluidi e morbidi che donano grazia ed eleganza e apportano numerosi benefici alla salute.
Il Daoyin rilassa la mente, allunga e potenzia i muscoli, regola la pressione sanguigna, concilia il sonno. Grazie al potenziamento del metabolismo favorisce la digestione, scioglie i grassi e sgonfia. Migliora l’equilibrio, la stabilità e la resistenza. Ogni suo esercizio è studiato per prevenire disturbi e malattie di organi ed apparati del corpo.

Daoyin o Qigong

Il Daoyin è conosciuto fuori dalla Cina anche con il nome, più generico e non necessariamente legato all’aspetto salutistico, di qigong 气功.

Per gli studiosi cinesi qigong indica un esercizio prevalentemente statico ma nell'ambito della salute i due termini risultano spesso sinonimi.
Fin dal IV secolo a.C. il daoyin è parte delle discipline per l’igiene personale e assieme a dieta, massaggio e regolazione dell’attività sessuale fa parte delle discipline che affiancano le principali terapie mediche della tradizione (farmacologia, agopuntura, moxibustione).

Professor Zhang Guangde

Zhang Guangde 张广德 nasce nel marzo del 1932 a Tangshan 唐山, Hebei 河北. Nel 1959 si diploma in wushu 武术dell’ISEF di Pechino 北京体育学院, nel 1963 diviene docente e ricercatore e contribuisce alla creazione del wushu standard.

Negli anni ’70 si dedica allo studio delle tecniche daoyin al fine di migliorare la salute propria e del prossimo. Incoraggiato dai risultati ottenuti e stimolato da medici con i quali collabora, prosegue lo studio sino a creare un sistema di esercizi per la prevenzione e l’ausilio alla cura che nel solco della tradizione classica chiama Daoyin Yangshenggong.

Nel 1992 vince il secondo premio allo “Sviluppo pedagogico, scientifico e tecnologico nazionale”; nel 1993 ottiene la “sovvenzione per specialisti” in virtù del suo “eccezionale contributo all’educazione superiore”; nel 1996 è inserito tra i “cento talenti del wushu cinese” e nello stesso anno il daoyin yangsheng gong viene riconosciuto come “metodo per la costruzione fisica nazionale per tutto il popolo”.

Guarda il video :

Esibizione Daoyin Qogong

 


 

Stampa